TAEKWONDO FOOTBALL TRAINING

TAEKWONDO

Con cadenza settimanale gli atleti della Nick Calcio svolgono una seduta di Taekwondo con Damiano Romito, maestro presso l’A.s.d. Armonius Tkd. Ecco il suo pensiero su cosa fanno gli atleti ed il perchè.

Secondo degli studi effettuati in collaborazione con delle scuole calcio d’elite (tedesche ed olandesi) nel panorama del mondo calcistico, si è piacevolmente e sorprendentemente appreso, come il programma di allenamento del Taekwondo possa influire positivamente in maniera determinante per lo sviluppo e la crescita dei giovani calciatori. Il Taekwondo si è rivelato essere una delle arti marziali più complete dal punto di vista dell’accrescimento di varie abilità. Le tecniche avanzate richiedono una buona agilità nei movimenti che il giovane calciatore acquisisce e migliora con la pratica costante. Inoltre l’atleta, matura una “consapevolezza” del proprio corpo migliorando di conseguenza la coordinazione e l’equilibrio che sono componenti fondamentali nell’esecuzione tecnica di un tiro in porta, di uno stop, di un rinvio etc., etc. Il Taekwondo ancora, è basato su di uno stretching molto accurato che si suddivide in statico e dinamico e sono praticati in ogni seduta di allenamento, comportando un aumento della flessibilità,
velocità reattiva, percettiva e muscolare.
Tra l’altro essendo una disciplina che prevede lo Sparring (allenamento con un partner), miglioreranno i riflessi e la reattività del corpo, dunque trattandosi sostanzialmente di una attività aerobica, andremo a stimolare un miglioramento respiratorio polmonare ed una circolazione sanguigna più fluida.
Infine (ma di certo non meno importante), come ogni arte orientale, aspetto fondamentale è quello di raggiungere anche un buon equilibrio mentale e fisico che permette al giovane calciatore di gestire con una certa autorevolezza le eventuali pressioni che possano scaturire dall’approccio ad uno sport fatto di risultati come il calcio.

Lascia una risposta